"il restauro non è né bianco né nero, ma è un infinità di grigi"

il mio maestro

...se poi ci si aggiunge tre gocce di blu ed una di giallo ossido... così è perfetto!!!

mercoledì 26 settembre 2012

prima di tutto: SICUREZZA




Prima di partire è meglio mettere le cose in chiaro:
con la chimica non si scherza.
Nei post futuri si tratterà l'uso di prodotti chimici e lavorazioni particolari, quindi OCCHIO!!!!

A secondo delle lavorazioni verrà indicato l'elenco dei presidi di sicurezza indispensabili.

Conosciamone alcuni intanto per non fare confusione poi...

Nella lavorazione con i prodotti chimici la pericolosità è elevata a secondo del prodotto che stiamo usando, della quantità e del periodo di esposizione....
...essi sono nocivi sia per contatto, inalazione ed ingestione e in modo subdolo continuano ad essere nocivi anche dopo l'uso per i depositi dei loro vapori sulla pelle e sugli abiti, quindi...

1. Adoperare abiti adibiti all'operazione e cambiarsi subito dopo o coprirsi, compresi i capelli, con tute, camici, fulard.

2.Occhiali di protezione


Questi servono a proteggere dagli schizzi, vapori ed in caso di altre lavorazioni da polvere e schegge che possono partire e colpirvi
Li trovate in vendita ai brico, in ferramenta a pochi euro, ci sono anche quelli delux , vedete voi...
Se siete "cecate" vanno bene anche degli occhiali da vista a lente larga economici.

3. Maschera per solventi

(foto disponibile a giorni)

Indispensabile, non può essere sostituita dalle mascherine antipolvere o stoffe legate a mò di rapina, anzi, questi metodi spartani fanno si che la respirazione sia difficoltosa aumentando l'assorbimento dei vapori.... in poche parole fanno più male che bene.
Queste maschere hanno dei filtri sostituibili diversi a secondo delle lavorazioni, a noi interessano principalmente i combinati che proteggono dai solventi organici, acibi e basi oltre che dalle polveri tossiche; 
sono piuttosto cari ma hanno una lunga durata che si misura in ore lavoro... in pratica ... quando si sente la puzza vanno cambiati. 
Conservateli chiusi in una busta di plastica sia per igiene che per prolungare la durata.
Anche qui si trovano prodotti di vari prezzi : tutte riparano, la differenza sta nella praticità di utilizzo e nella robustezza.... per l'uso che se ne può fare a livello hobbistico vanno bene quelle economiche, ma se avete il portafoglio pieno .... quelle della 3M sono il massimo!!! (naturalmente il costo dei filtri va di paripasso a quello della maschera :-)))


4. Guanti

( foto disponibile a giorni)

le mani, queste povere mani, ma chi li sopporta i guanti???
bisognerà fare un sacrificio...
Con i prodotti chimici non si possono utilizzare né i guanti in lattice, né quelli più fighetti azzurri o grigi detti da meccanico perchè si bucano subito.
Occorrono i guanti da acido, per intenderci quelli tipo per lavare i piatti ma neri: li potete usare con solventi, resine, vernici, acidi, basi, e con l'odiosissimo sverniciatore...

5. Scarpe

Evitiamo di fare certi lavori con ciabatte, infradito o a piedi scalzi!!!!
vi risparmio le scarpe da cantiere con punta in ferro!!!



Il risultato finale sarà più o meno all'incirca questo:






 CHE DONNA!!!!!!




Bene, per oggi è tutto!!!
Sono stata più seria possibile, ma il discorso è serio, vedrò di rifarmi in seguito!!!
Per iniziare tratteremo un pò di materiali e attrezzature per poi passare ad interventi e soluzioni.
Prometto che presto i post saranno più frequenti!!!

Buon lavoro! 
A presto, Mik.









7 commenti:

  1. Ribadisco...che donna!!!pronta a sacrificare il suo look per quello dei mobili o quant'altro!!!eh eh
    p.s.
    Grazie per gli ottimi consigli
    Lieta

    RispondiElimina
  2. Brava Mik tu sei la risposta alle mie preghiere!!! Avevo proprio bisogno di una personal trainer per affinare le tecniche ed per impararne di nuove....io sono tra quelle che lavorano addirittura scalzeeee!! Baci grandi. Eli

    RispondiElimina
  3. ok! sono pronta!
    anche se sembro una marziana...ci sono ce la posso fare...
    anche se mi sembra di pesare un sacco...ci sono ce la posso fare...
    anche se meglio che nessuno mi veda mentre lavoro(meglio così non sarò disturbata)...ci sono ce la posso fare...
    Naturalmente, le mie battute sono a fine scherzoso, ma le regole che hai dato invece sono importantissime!!!!

    Anche se i miei risultati saranno un po'scarsi, non vedo l'ora di seguire i tuoi consigli!
    Quando iniziamo? A prestissimo Bacioni Valeria

    RispondiElimina
  4. Che charme...che fascino...che eleganza....CHE DONNAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!
    Lelia

    RispondiElimina
  5. Adesso comincio a capire perche' dopo aver dipinto un mobile quello che indossavo e' da buttare , le mani hanno un colore strano e nei capelli mi ritrovo qualche meches che il giorno prima non avevo notato .Ma anche il giorno dopo mi trovo qualche strano puntino colorato sulle braccia o sulle gambe che,....... miracolo ......dopo averlo raschiato ben bene sparisce.

    RispondiElimina
  6. Wow che outfit!!! Pronte per sbarcare sul pianeta "Chimica" e imparare un sacco di cose interessanti.
    A presto!
    Silvia

    RispondiElimina
  7. Ma sei fantastica!!!!!Io non sopporto più' o meno tutto di quello che hai nominato....ma quando ci vuole ci vuole perché con gli acidi non si scherza....hai perfettamente ragione!!!!Poi almeno così si evitano anche brutte figure...un giorno avevo le mani talmente macchiate di vernice che mi ha guardato schifata anche mia nipote di 10 mesi.....Non vedo l'ora di vedere i prossimi post!!!Bacioni Micol

    RispondiElimina

ogni tuo commento, dubbio, perpessità può essere utile a migliorare rendendo il servizio migliore per tutti. grazie!!!
se non sei registrato ricorda di mettere un contatto per poterti rispondere !!!